Si è verificato un errore nel gadget
Un pò di cose, idee, opinioni e fotografie.. un posto per me e per voi!! Benvenuti e buona lettura!

A lot of things, ideas, opinions and pictures.. a place for me and for you!! Welcome and good reading!


Un montón de cosas
, ideas, opiniones y fotos .. un lugar para mí y para ti! Bienvenidos y feliz lectura!


Marta

martedì 8 marzo 2011

Generazione in fuga

Ultimamente si legge di continuo dei giovani che vanno o vogliono andare all'estero. QUESTO E' UN PAESE DI VECCHI (piccola citazione dai fratelli Coen) e a noi giovani, spesso va stretto.
Abbiamo una mentalità a volte troppo tradizionale, a volte troppo sottomessa per ammettere che le cose si potrebbero cambiare, se ci fosse la volontà di tutti. Abbiamo le nostre radici troppo radicate per scrollarci di dosso il vero peso del paese.
E allora che facciamo?? Crediamo che andare via possa essere la soluzione migliore (anche in questo siamo molto bravi: aggirare l'ostacolo e passarci oltre, invece che affrontarlo).
Io anche la penso così a volte, ma amo troppo quello che ho qui, per illudermi che quello che troverò mi soddisferà davvero. Sono molto attaccata alle mie cose, alla mia famiglia, alla mia città ed anche se spesso mi capita di pensarci, non credo che sia la soluzione giusta.
Ho tanti amici che si trovano in giro per il mondo, ma forse solo un terzo di loro è soddisfatto di quello che ha. La nostalgia è la prima cosa che ti fa pensare di aver fatto una stupidagine. E di voler tornare indietro.

Anche io mi sono trovata a metà strada tra il restare e il tornare. ben due volte.
La prima volta ero in Spagna (già il mio ragazzo si era trasferito per lavoro) ma dovevo laurearmi. Tutti mi spingevano a rimanere (tutti quelli li), ma io non ero convinta, perchè già sentivo che mi mancava qualcosa (certo, lui sarebbe rimasto, ma con il biglietto di ritorno pochi mesi dopo). Ho pensato spesso a come sarebbe potuta essere la mia vita li, ma io non sono di quel posto.. Dopo poco tempo molti amici (più di lui che miei) sono tornati in Italia, soprattutto per mancanza di lavoro li..

La seconda volta ero in Irlanda, con i documenti da fare per la tessera del lavoro, niente che mi aspettava dall'altra parte d'Europa (e tutti i miei amici che mi spingevano a rimanere), ma non ce l'ho fatta..

Il mio posto è qui. Anche se questo è un paese dove noi giovani non abbiamo voce in capitolo, dove l'unico modo per dimostrare che esistiamo è andare via e fare qualcosa di buono all'estero, DOVREMMO CERCARE DAVVERO DI FAR TORNARE LA NOSTRA ITALIA UN PAESE PER TUTTI (e non parlo a favore di uno o altro partito politico), perchè noi siamo la vera forza e basta guardarsi intorno, per accorgersi quanti siamo e quante energia potremmo impiegare, per creare un luogo migliore dove vivere.
Attenzione: una scelta c'è sempre, bisogna solo agire con cervello.. e non fargli prendere la prima strada che sembra buona.
E quando poi davanti a te si apriranno strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore. Quando poi ti parla, alzati e va dove lui ti porta. (S. Tamaro. Va dove ti porta il cuore)

2 commenti:

Cosa cercate?

amore (12) arte (44) bambini (16) benvenuto (4) cocktail (2) cucina (15) cuore (16) donna (11) emotion (42) family (6) fantasia (33) fashion (48) film (9) fotografia (15) futuro (3) gossip (2) io (1) letture (23) life (87) love (2) me (1) moda (64) mostre (22) movie (5) musica (16) passione (22) pensieri (63) Roma (36) rosso (10) stile (9) twitter (2) viaggi (4) vintage (4) vita (1)