Si è verificato un errore nel gadget
Un pò di cose, idee, opinioni e fotografie.. un posto per me e per voi!! Benvenuti e buona lettura!

A lot of things, ideas, opinions and pictures.. a place for me and for you!! Welcome and good reading!


Un montón de cosas
, ideas, opiniones y fotos .. un lugar para mí y para ti! Bienvenidos y feliz lectura!


Marta

giovedì 26 maggio 2011

Tribù dei lettori

Torna la seconda edizione della Tribù dei Lettori, Festa della Lettura con e per i ragazzi! 
Da giovedì 26 a martedì 31 maggio 2011, un ricco calendario di appuntamenti coinvolgeranno tutta la città di Roma. 


LA TRIBU’ DEI LETTORI è un idea nata dall’Associazione Culturale PlayTownRoma, per rispondere a quelli che denunciano la fuga dalla lettura e per quelli come noi che credono che ancora esista il bisogno di leggere e di raccontare, e condividere le storie (grandi e piccini siete avvisati, ce ne sarà per tutti i gusti!).
La tribù dei lettori è un progetto che non ha solo l’obiettivo di far leggere, ma vuole agire, durante un intero anno, sulla qualità e modalità di lettura di bambini e ragazzi.

Un’invasione pacifica di bambini e ragazzi ma anche genitori, insegnanti, editori, bibliotecari e librai che nei luoghi della Festa, daranno vita a incontri, letture ed appuntamenti speciali, nell’auspicio che ciascun lettore, ogni negozio ogni singola scuola o circolo letterario, libreria o biblioteca si faccia testimone partecipe del progetto, con l’unico fine di trasferire e contagiare, quanto più possibile, la lettura.

Aumentano i luoghi della Festa ma quest’anno lo sguardo della Tribù non si fermerà nel Tridente del centro storico, come l'anno scorso: collaborano librerie specializzate presenti in molti Municipi della città, con il compito di rappresentare nelle tende allestite per l’occasione nei loro quartieri, nuovi avamposti di lettura della Tribù.
Per gli incontri Libri e Cinema realizzati in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma, sono Neri MarcorèClaudia Gerini Michela Cescon, e Valentina Carnelutti le prime voci ad avere accettato l’invito della Tribù per un ciclo di appuntamenti a scuola e di letture in piazza.

mercoledì 25 maggio 2011

Arte a Roma: Mostre

Goethe Institut
Fino al 26/06/2011
La mostra di Anna Maria Atripaldi parlerà dell'architettura delle biblioteche: con il procedere del tempo, aumenta la consistenza delle collezioni, muta il tipo di sistemazione, cambiano via via i supporti e le tecniche, si arricchiscono di funzioni i luoghi deputati, si modificano i comportamenti umani.

Palazzo del Quirinale
Fino al 19/06/2011
Otto capolavori celebrano vent'anni dell'attività dell'Arpai, l'Associazione per il Restauro del Patrimonio Artistico Italiano che ha curato il restauro di quasi 200 opere d'arte. Due le opere importanti: la «Madonna col Bambino» attribuita a Filippo Brunelleschi e la «Madonna con il Bambino» del 1555 del Sansovino.


Palazzo delle Esposizioni
Fino al 12/06/2011
La mostra, a cura di Lea Mattarella, presenterà cinque installazioni dell'artista, Alexandra Valenti pensate appositamente per lo spazio; le sculture rappresentano adolescenti, che suggeriscono storie a chi guarda. Immerse nel loro spazio, le sculture sembrano sospese nel tempo, lasciando spazio all'immaginazione.


martedì 24 maggio 2011

Cambio di rotta, ma non mollo!

Strada facendo un pò di pezzi si perdono, sempre.
Il mio obiettivo per i due mesi, si è volatilizzato per vari motivi:
A - sto tutto il giorno davanti al pc a lavoro, mettermici anche a casa mi pesa un pò..;
B - mi hanno fatto degli "appunti", così la voglia di scrivere e scrivere, è stata soppiantata dalla pigrizia di tornare indietro a leggere, per correggere gli errori;
C- c'è sempre un punto C (ma non qui)!!!
 
Però, mi sto dedicando ad un'altra cosa: questa volta si tratta di manualità.
Mi hanno "ingaggiato" (ahahahahahah, per così dire) per realizzare alcuni "costumi-maschere" per una recita scolastica di fine anno. Così, tra cerchietti e piume, colori e colla a caldo, sto portando a termine questo piccolo obiettivo.
Vabbè, alla fine non era quello che mi era prefissata, ma è pur sempre qualcosa.
 
E poi, continuo a studiare e a prendere spunti per un pò di cosette mie, che sono molto più fattibili di quello che immaginate: sono una guida turistica e vorrei iniziare a mettermi in proprio.
Avete voglia di un tour per Roma, per adulti o bambini?? Qualche mostra che vi incuriosisce ma non sapete "che cosa andate a vedere"?? Se siete interessati, contattatemi e vediamo che si può fare...!!!

giovedì 19 maggio 2011

Quando l'occhio vuole la sua parte..

Colori, forme, creatività: stavolta sono gli occhi a farsi ammirare.
E non parlo del trucco, ma dell'occhiale. Nuovo trend dell'estate 2011, con sfumature naturali e fluo, fantasie floreali molto anni 80.
Gli occhiali hanno la stessa importanza di un anello, di un paio di scarpe-gioiello o di una borsa scesa in passarella, sono un MUST per tutti: sono tornate le linee aviatore, retrò e il vintage anni '50 e '60. Ma che ne dite dei classici Wayfarer?? La Ray Ban continua a sfornarne centinaia, per una linea e un look sempre cool. I colori sono tantissimi e danno un tocco moderno e sempre in prima linea nel campo della moda ma la linea, è quella classica che sta bene a tutti.

Ci si ispira a vari look, alle star o solo all'intuito. I dandy inglesi vanno fortissimi, con la lente arrotondata per lui e per lei, alle montature glamour e il classico nero, per un look sofisticato ma anche audace nei viole, rossi o bianchi (non più prerogativa delle montature da lettura di Lina Wertmuller).
Ma la nuova moda, sta anche negli occhiali da sole pieghevoli: Burberry si è ispirata al pret-a-porter con colori di tendenza, creando Brights, accessorio di moda ma anche di design con una montatura spessa e l'aria un pò snob.

Ovviamente quando si parla di moda, non si può escludere il lusso: Barton Perriera con Lugano Diamanti hanno realizzato un occhiale unico, che unisce l'accessorio all'alta gioielleria. La montatura è tempestata di diamanti (2,85 carati). Si può scegliere anche in versione leopardata, ovviamente con diamanti gialli e neri che ricordano la pelle maculata. E chiaramente anche il prezzo lascia tutti a bocca a perta: ben 27mila dollari per un paio.
 
Ma per fortuna, esistono anche dei modelli fashion ma "low cost": i Catseye sono retrò, con la montatura da gatta con gli angoli verso l'alto (ispirati alle passerelle di Chloè e Prada), hanno un costo che si aggira sui 13 euro. Per le donne che amano nascondersi dietro le lenti sfumate e avere un aspetto da diva, c'è anche la versione oversize. Il prezzo è sempre contenuto ma il fascino ne guadagnerà.

martedì 17 maggio 2011

Spot su KAHLEN RONDOT

Oggi parliamo di Kahlen Rondot. E' nata nel 1983 a Broken Arrow, Oklahoma.
Vi dice nulla?? E se aggiungo America's Next Top Model 4 serie? Mh.. siamo ancora lontani immagino..
Vediamo, aggiungiamo dettagli: essendo amante degli animali e della natura, Kahlen è una sostenitrice dei diritti degli animali ed è vegetariana.
Allora se vi faccio vedere questa foto, capite chi è??
Bene. Si, è proprio lei, la "sosia" della bellissima la venere che si fa il bagno nell'oro, Jador di Dior.

Così Kahlen inizia la sua avventura da modella con America's Next Top Model 4. All'inizio del concorso la ragazza è timida, ha mancanza di fiducia ma ha sempre ottenuto il meglio di lei, ha prodotto costantemente eccellenti fotografie: al finale del concorso, i giudici notarono che Kahlen aveva fornito uno dei migliori portafogli in tutti i cicli precedenti.
Le sue foto più memorabili sono nel servizio “i 7 peccati capitali”, dove usa tutta la disperazione possibile per interpretare la foto: si scoprì poi che un suo amico del liceo era morto una settimana prima e così, lei si è entrata totalmente nel personaggio disperato, tirando fuori le sue vere emozioni, quelle di donne e non solo di modella.
Un'altra foto particolare è quella in cui doveva interpretare (ed immedesimarsi) in uno Springbok, l'animale nazionale del Sud Africa. In questa occasione, i giudici la paragonarono alla modella estone Carmen Kass.
Quando arrivò in finale al concorso, Nigel Barker, fotografo internazionale, affermò: "Tu sei un camaleonte. Hai la possibilità di trasformarti in qualsiasi cosa. Non è sexy, ma è molto cool.". Ma questo non bastò: infatti Kahlen si aggiudicò il secondo posto, perchè i giudici ritennero che Naima rubò la scene nella sfilata finale.
Dopo America's Next Top Model Kahlen è apparsa in tv in numerosi talk show, tra cui The Oprah Winfrey Show e The Tyra Banks Show.
Divenne famosa anche se non vinse il concorso: il suo lavoro includeva contratti e servizi per ElleGirl (presenta Dare To Be You: Wal-Mart), incontra le nuovi aspiranti modelle di America's Next Top Models 2005, ha partecipato alla raccolta fondi nel 2006 contro il cancro al seno, lavora in Elle Girl per la Ford Fusion e Samsung, diventa il testimonial di Jay Manuel's Manual Override linea cosmetica, una campagna per la Tulipa collezione di Vanessa Barantes con la ex compagna Rebecca Epley. Oltretutto si diffonde la sua immagine su Vice magazine; anche se non è stata la vincitrice del suo ciclo, la sua immagine fu utilizzata a scopo promozionale sul logo del Germany's Next Topmodel's.
Attualmente lavora come barista a New York, e spera di poter aprire presto il suo bar..

lunedì 16 maggio 2011

Can you keep a secret?

Con mia infinita gioia (bhè, anche un pò di tristezza, perchè quando succede mi dispiace sempre un pò), sono riuscita a finire di leggere il libro del momento. Direte: che difficoltà c'è?? Bhè, nessuna, se non fosse che il libro è a dir poco sciocco (seppur divertente) e scritto in lingua originale: inglese.
Ogni tanto mi diletto in letture in lingua straniera, tanto per non perdere l'allenamento con termini o espressioni diomatiche. Adoro leggere i libri di Coelho in spagnolo, perchè mi riportano davvero nelle sue fantasie ma, in inglese provo per quello che trovo.
In un mercatino ho comprato questo delizioso libro di Sophie Kinsella racconta le avventure di Emma Corrigan, assistente marketing per la famosa Panther Cola. Emma ha una vita più o meno normale, super fidanzata con Connor. Ma la sua vita cambia durante un viaggio in aereo: stanno per precipitare quando, in preda al panico, racconta tutti i suoi segreti (ma proprio tutti) al suo vicino di posto.
Con CAN YOU KEEP A SECRET, l'autrice ci fa immedesimare in un personaggio femminile ironico e un pò sbadato, immerso nella propria vita ma anche all'interno di situazioni esilaranti, imbarazzanti e al limite dell'inverosimile. Ovviamente non manca il tocco stiloso (dopo i vari I love shopping, come abbandonare quel filone??) tra borsette e abiti firmati; le situazioni imbarazzanti per Emma (come furono per Rebecca) non mancheranno. La lettura è divertente e scorrevole, con immancabili risvolti sentimentali.
Ma lo sapete perchè l'ho letto?? Qualche anno fa eravamo grandi ammiratrici della Kinsella con le mie amiche, e questa letteratura femminile o "rosa" l'avevo già fatta.. e così mi sono sentita anche più protetta nel leggerlo in un'altra lingua, che (più o meno) mi ricordavo anche alcune situazioni.
Certo, non è un libro a cui dare il Premio Strega, ma se anche per voi leggere è un diletto e un piacevole passatempo (io leggo prima di spegnere la luce la sera o in metropolitana..), a volte anche un libro così leggero ci sta bene.
 
E poi, chi di noi non ha un segreto?? Da questo libro mi sta venendo anche lo spunto per un prossimo post.. ma lo scoprirete solo leggendo!!

sabato 14 maggio 2011

Grazie a.. 4PASSI PER IL MONDO!!


Grazie a Tiziana che ha detto: "Questo è un un piccolo omaggio a tutti coloro che con simpatia e
spirito di condivisione hanno aderito all'iniziativa."

Ma lo sapete quali sono i miei piedini??? Vi sfido a trovarli!!

mercoledì 11 maggio 2011

Psicosi da terremoto

Psicosi da terremoto a Roma.
Anche oggi non ho nulla di interessante da dire.
 
Sono giorni che non mi faccio viva, semplicemente perchè non mi sembra di aver nulla da dire. Non parlo di politica, non ho parlato di cucina e tantomeno di moda. Mi sono un pò chiusa a riccio nei mie pensieri. E a volte, bisogna affrontare se stessi. E parlarsi.
 
Ma nonostante tutto, vorrei spendere due parole per quello che mi succede intorno.
Ebbene si, c'è la psicosi del terremoto qui a Roma.
Infatti un triste futuro attende Roma, almeno secondo le previsioni del sismologo Raffaele Bendandi, morto nel 1979, che ha previsto la distruzione della capitale per mano di un devastante terremoto che avverrà proprio oggi, 11 maggio 2011. Il terremoto, al momento, c'è solo on line, nella rete dove migliaia di utenti condividono contenuti, postano commenti su blog, incollano link e ovviamente creano gruppi su Facebook, il nuovo mezzo di comunicazione, che ha sorpassato anche le chiacchiera da bar.
Gente che dorme accampata nei parchi; agriturismi nei dintorni della città pieni, lavoratori che si mettono in ferie o in malattia.. Ma stiamo scherzando? Io non ero proprio un genio in scienze ma, non si può prevenire un terremoto!!!
"Si tratta di una bufala priva di qualsiasi fondamento scientifico, che sta generando allarme in molti cittadini romani", dicono e  ipotizza il reato di procurato allarme.
In tutto ciò la 'profezia' è finita su Le Monde e le Point in Francia, sul blog Usa Huffingtonpost.com, sul Guardian in Inghilterra, sul China Daily nella sua edizione europea, sul Madripress in Spagna, sul sito di una televisione tedesca, la N24 e sul sito edoha.net negli Emirati Arabi, e sull'equivalente di Dagospia nella Repubblica Ceca. Tutti, manifestano stupore per come si possa credere alle previsioni dei terremoti, però concordano che la città sarà più tranquilla, senza traffico e semi deserta. La metropolitana effettivamente era vuota, e me ne sono resa conto solo dopo un pò. E la mia consueta compagna di viaggio, ad un certo punto ha iniziato a dire: "e se succede ora che noi siamo sotto terra?? Ci salviamo, vero?".
 La protezione civile ha messo a disposizione un dossier con domande e risposte consultabile sul sito internet.
 
E cari amici, se dovesse succedere qualcosa.. ci vedremo da qualche altra parte, prima o poi.. (E faccio le corna sotto il tavolo, non si sa mai..).

giovedì 5 maggio 2011

Mamma Bag by Gucci

Se volete far felici la vostra mamma (o voi stesse) in occasione della celebre Festa a lei dedicata il prossimo 8 maggio, ecco quello che fa per voi: la Mamma Bag. La maison Gucci, ha creato questa borsa in edizione limitata e acquistabile fino al 15 giugno solo sul sito di Gucci.

Disegnata da Frida Giannini, la borsa ha tutte le carte in regola per far luccicare gli occhioni delle donne in crisi di astinenza da shopping. La designer, direttore creativo della maison italiana e membro del Board of Directors della PPR's Foundation for Women's Dignity and Rights, si è da sempre mostrata aperta ad iniziative di beneficenza (basti ricordare i più recenti impegni di solidarietà, in compagnia di Jennir Lopez e Pav Vega), infatti Il 25% della vendita di questa borsa sosterrà i programmi Hiv/Aids dell’Unicef. Gucci assicura una donazione minima di 70.000 dollari per sostenere la distribuzione dei kit per il test dell’HIV per donne incinte, come parte del programma mondiale UNICEF che mira ad eliminare le nuove infezioni da HIV nei neonati. 
 
La Mamma Bag è realizzata in canvas bianco (per l'esattezza color gesso) con rifiniture in pelle e con il classico nastro Gucci verde-rosso-verde, con tanto di tasca frontale con zip e due tasche aperte laterali.

Tocco di classe e gusto, una bella borsa con un importante impatto sociale: pratica nei tessuti e nella forma, ma utile, per fare la differenza nelle vite di queste famiglie, contribuendo con un dono che avrà un doppio significato nel giorno della festa della mamma.
 
Ah dimenticavo: il prezzo di vendita è di 790 euro.
 
Buona festa della mamma (in anticipo, lo so) a TUTTE!!!

mercoledì 4 maggio 2011

La canzone della buonanotte!

Lo so che sarebbe indicata una ninnananna vista l'ora, ma siccome questa canzone mi accompagna da stamattina, ho deciso di fargli chiudere questa giornata (e che giornata!!).
Bhè.. spero che piaccia, io la trovo poetica e romantica.

Buonanotte a tutti..

martedì 3 maggio 2011

Lo chef consiglia: viaggio in Spagna II round

FIDEUA' DE GANDIA
Eccoci qui a Valencia.. terra spagnola ed in parte legata alla CataloNa. Il piatto tipico e più famoso è la PAELLA, e stasera vi racconterò come fare una paella casalinga, buona, facile e che lascerà familiari ed amici a bocca aperta (si, per mangiarla ancora)!!!
Noi l'abbiamo provata più volte e quasi abbiamo raschiato la padella.
Ecco gli ingredienti e la ricetta.Fatemi sapere che ne pensate :-)
  • 500 gr di capellini
  • 4 gamberi
  • 50 gr di cipolla
  • aglio
  • un paio di pomodori
  • un pesce morbido (per esempio, rana pescatrice)
  • 1,5 lt di brodo di pesce
  • zafferano
  • prezzemolo
  • olio e sale qb
Pelare e tagliare aglio e cipolla. Grattugiare il pomodoro e tagliare il pesce.
In una padella di circa 40 cm di diametro (la vera padella è la PAELLA) mettete l'olio con i gamberi (lasciateli dorare e poi toglieteli dal fuoco); nello stesso olio soffriggere aglio e cipolla, aggiungere il pomodoro e il pesce. Mettete i capellini (se volete potete aggiungere un peperone rosso a dadini.. io non lo digerisco) e versare il brodo caldo e a fuoco alto, cuocere per 5 minuti. Quando inizia a bollire, metter il sale e l'aglio e cipolla, il prezzemolo e lo zafferano (mi raccomando, che sia diluito con del brodo). Lasciare cuocere per alcuni minuti, abbassando il fuoco. Quando rimane poco brodo, aggiungere i gamberi, messi a modi decorazione.

Allora, che ve ne pare?? A scelta, si possono anche mettere verdure o altro tipo di pesce: come la paella vera e propria, ne esistono da vari tipi e la creatività, è senza dubbio un ingrediente buonissimo!!
Io la consiglio per dare un tocco ESPAnOL alla vostra serata!!!

lunedì 2 maggio 2011

1° Maggio, tra sacro e profano

Credevo di dover stare due giorni chiusa in casa, visto i pellegrini, turisti e gente comune che si sarebbe riversata nelle strade questi giorni.
Invece, la domenica è passata in modo tranquillo, tra spiragli di sole e una bella camminata.
La mattina inizia con la tv accesa: tutto il mondo ha gli occhi puntati su Piazza San Pietro e noi, che abitiamo a pochi passi da li, non ci lasciamo sfuggire l'evento mediatico dell'anno, seppur da casa.
Credo che questa foto, rappresenti in tutto la giornata!
Tutti in concentrato e spirituale silenzio. Ogni tanto qualche battito di mani rompe la concentrazione. E tutte le bandiere presenti in piazza sventolano in segno di festa per lui, Giovanni Paolo II.
Credo che questo evento ci abbia fatto sentire tutti più vicini alla fede, più vicini a Dio, perchè anche un uomo comune come Wojtyla è stato beatificato quindi, c'è speranza per ognuno di noi di accedere nel regno dei cieli.
Ero assorta davanti la tv, accoccolata sotto le coperte ma con il cuore pieno di gioia, con la voglia di voler essere nella testa di almeno uno di quelli che si trovavano li in piazza, per essere partecipe delle stesse emozioni.
Poi come dire, dal sacro al profano.
Allora il sole ci ha convinti ad uscire, per ricaricarci un pò.
Passiamo per Piazza Sa Giovanni dove già si raggruppano i ragazzi per assistere al concerto. E' una mattinata festosa, con bandiere variopinte che anche qui, sventolano al sole.
Alcuni cantano, altri sono sdraiati sul prato a prendere il sole.
E noi, continuiamo la nostra passeggiata, fino al Colosseo e poi fino a Piazza Venezia. Ma siamo stanchi e torniamo indietro. E ci fermiamo nuovamente a Piazza San Giovanni, dove ci sono tante persone che saltano, battono le mani e si rinfrescano con l'acqua.
L'atmosfera è davvero familaire, dove bambini vanno in giro in bici e signore in ghingheri portano a spasso il cane.
Un coppia inizia a ballare il tango mentre dai maxischermi si vede il cantante che anima la folla.
Alcuni con gli occhiali calcati sul naso, si nascondono anche con ombrellini colorati dai raggi del sole; altri come noi, si godono il calore sul viso, canticchiando e dando il tempo con il piede.
Tutto il resto.. è una bella domenica passata io e lui, dal risveglio fino a quando siamo andati a nanna..
Sorprese e canzoni, emozioni e anche una lacrima. In fondo si sa, sono una ragazza sensibile!

Cosa cercate?

amore (12) arte (44) bambini (16) benvenuto (4) cocktail (2) cucina (15) cuore (16) donna (11) emotion (42) family (6) fantasia (33) fashion (48) film (9) fotografia (15) futuro (3) gossip (2) io (1) letture (23) life (87) love (2) me (1) moda (64) mostre (22) movie (5) musica (16) passione (22) pensieri (63) Roma (36) rosso (10) stile (9) twitter (2) viaggi (4) vintage (4) vita (1)