Si è verificato un errore nel gadget
Un pò di cose, idee, opinioni e fotografie.. un posto per me e per voi!! Benvenuti e buona lettura!

A lot of things, ideas, opinions and pictures.. a place for me and for you!! Welcome and good reading!


Un montón de cosas
, ideas, opiniones y fotos .. un lugar para mí y para ti! Bienvenidos y feliz lectura!


Marta

mercoledì 23 novembre 2011

Ludmila Nesterova. Foto e illusione

Tra arte e fotografia. Tra moda e magia.
Mi sono accorta di lei per caso, sfogliando le pagine virtuali di internet e ne sono rimasta colpita.
Ecco perchè adesso ve la voglio raccontare, proprio come l'ho vista io e come si descrive lei..

I suoi modelli brillano. E brillano gli occhi di chi li guarda. Questa è l'opera della giovane fotografa Ludmila Nesterova, che farà in modo che per qualche istante i vostri occhi luccicheranno come diamanti al neon.
Nata in Russia, Ludmila ha iniziato i suoi studi nel 2003 in Francia, a Parigi, laureandosi alla scuola di fotografia Icart-Photo. Ma la sua curiosità non si ferma qui e il passaggio al London College of Fashion nel 2010 le vale un Master of Arts in Fashion Photography.
Specializzata in ritratti, editoriali di moda, e portfolio per aspiranti modelle, ballerini e attori, Ludmila ha collaborato in tandem anche con musicisti (è sua la cover dei Prodigy su Khooligan magazine), fashion designer e fotografi affermati come Peter Lindbergh e Jean-Baptiste Mondino.
I suoi lavori sono andati in mostra a Mosca, a Parigi e di recente alle Mall Galleries di Londra come parte dello show fotografico del London College of Fashion.
Ma nel suo curriculum non mancano le prime collaborazioni con il gotha delle testate di moda più importanti come Vogue, Harper's Bazaar, Grazia e Cosmopolitan. Quello che si può chiamare un promettene inzio.

Particolarità dell'artista-fotografa è la "bioluminescenza", uno studio potente ed esilarante di effetti sperimentali di illuminazione ultravioletta. E' stato applicato da Milla per scatti di moda e per le immagini quotidiane. Prendendo da quello che i francesi chiamano "ecrire avec la lumière", ovvero letteralmente "scrivere con la luce", Mila Nesterova si definisce un "esploratore di luce".
Ma ecco spiegato meglio questo effetto.
Parte 1: Fashion bioluminescenzaOriginariamente concepito come una storia di moda, la bioluminescenza ha messo insieme una miriade di idee. Da un'infanzia trascorsa sul palco e dietro le quinte in tour con scuola di ballo di sua madre, Mila è stata profondamente ispirata dai costumi teatrali, dall'illuminazione del palco e l'entusiasmo stravagante del balletto russo. Basandosi su questo, e lo spirito artistico di sua madre per l'ispirazione, Mila ha deciso di creare un magico caleidoscopio di colori, texture e significati nascosti.In natura esiste una luce come questa: esistono degli organismi che per attrarre gli altri o per la protezione contro i predatori, si illuminano con la
bioluminescenza. Mila è un pò come questi organismi: crea personaggi surreali che da una parte vogliono attirare l'attenzione e al tempo stesso nascondere la loro vera identità, sotto make up forte e vibrante e abbigliamento. Queste foto diventano anche una vetrina d'avanguardia per stilisti come Bernard Wilhelm, Pam Hogg, Andrew Logan, Craig Lawrence, Holly Fulton, Manish Arora, Kokon a Zai e Jeremy Scott; il mondo di Mila in bioluminescenza è surreale e onirico, anche un pò misterioso: al buio non tutto è come sembra...
 
Parte 2: Natura bioluminescenza
Applicando i suoi esperimenti di illuminazione e tecnica fotografica, Mila porta il concetto di "natura morta" all'estremo: nel suo nuovo lavoro, prodotti del mercato sono ingranditi dieci volte e, tramite una illuminazione UV, Mila ha
sottolineatol'aspetto surreale e quasi radioattivo del prodotto, ben lontano da ciò che la natura ha creato, un effetto zombie.
Gli scatti di Mila Nesterova sono presentati come una critica allo stile di vita contemporaneo, che mostra le creature come crostacei e verdure al di fuori del loro ambiente naturale, stordito e confuso, illuminato al neon. Mila ci racconta una realtà in cui si fa molto affidamento sulla tecnologia moderna e spesso si è troppo occupati con la ricerca della fama, denaro, status e bellezza artificiale.
Attenzione: tutti gli effetti di illuminazione in bioluminescenza sono ottenuti senza l'uso di Photoshop. Seguendo i principi classici della Icart-Photo Ecole de Photographie, Mila mantiene una post-produzione minima, con ritocchi quasi inesistenti, perchè l'esperimento è invece con l'illuminazione e l'esposizione, in modo da creare tutti gli effetti durante le riprese fotografiche.

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa cercate?

amore (12) arte (44) bambini (16) benvenuto (4) cocktail (2) cucina (15) cuore (16) donna (11) emotion (42) family (6) fantasia (33) fashion (48) film (9) fotografia (15) futuro (3) gossip (2) io (1) letture (23) life (87) love (2) me (1) moda (64) mostre (22) movie (5) musica (16) passione (22) pensieri (63) Roma (36) rosso (10) stile (9) twitter (2) viaggi (4) vintage (4) vita (1)