Si è verificato un errore nel gadget
Un pò di cose, idee, opinioni e fotografie.. un posto per me e per voi!! Benvenuti e buona lettura!

A lot of things, ideas, opinions and pictures.. a place for me and for you!! Welcome and good reading!


Un montón de cosas
, ideas, opiniones y fotos .. un lugar para mí y para ti! Bienvenidos y feliz lectura!


Marta

venerdì 20 gennaio 2012

Lo chef consiglia: torta rustica a pranzo

Prendi una di quelle giornate tipo ieri: in ufficio fino alle 15, poi di corsa da un'altra parte, a casa dai miei per un saluto, ripassa a casa mia per sistemare una cosa al volo, aperitivo con le amiche, ritorna a casa per cambio abiti, yoga e finalmente a casa alle 21:30..
Ecco, una giornata normale come altre mille.
Però, con la consapevolezza di dover arrivare e cucinare la cena, organizzare tutto da zero e oltretutto, pensare a cosa mangiare domani (oggi) in ufficio.
La cena si organizza in poco, ma cosa metto sul fuoco per domani??
Ieri avevo avuto una voglia matta di torta rustica, una di quelle belle torte gonfie con mozzarella filante e tonnellate di prosciutto. Tengo sempr euna confezione di pasta brisè in frigo, perchè ho visto che in diverse occasioni è riuscita a "tirarmi su" la cena. Ci si può mettere di tutto ed è pronta in pochi minuti.
Mi sono dilettata in passato a fare la pasta a mano (spesso l'ho congelata), ma ultimamente sono diventata un pò pigra e la compro già al supermercato.


Però, vi scrivo la mia ricetta (una sorta di pasta brisè, che io preferisco):
- 250gr. di farina
- 150gr. di burro
- 1/2 bicchiere d’acqua
- sale.

Il procedimento è davvero basic: bisogna mettere lafarina a fontana su un piano, con al centro il burro, un pizzico di sale e l’acqua. A questo punto, rimboccarsi le maniche per lavorare bene la pasta, stendendola e riavvolgendola. Con un matterello tirarla fino ad ottenere uno spessore di 1cm e piegarla 3 volte su se stessa. Sia che si voglia usare il giorno stesso, sia che si voglia congelare, è  meglio aspettare almeno un'ora!!

Bhè a questo punto, ieri sera ho tirato fuori la pasta dalla confezione, ho fatto i buchini sulla superficie con la forchetta e ho iniziato a spalmare il formaggio bianco. Accanto a me, un non-contento lui, che mandolina e wurstel in mano, li affettava per metterli nel ripieno. Essì: questa volta ho messo al lavoro anche lui e abbiamo sperimentato il wurstel affettato sottile (provate ad immaginare la scena comica.. quanti doppi sensi)!!
Per dare un pò di sapore e colore alla torta, ho affettato qualche pachino, messo del prezzemolo e del pepe.

Con tutti gli ingredienti al loro posto, ho chiuso la torta a modi saccoccio o tasca, con i due lembi nel mezzo. Trovo che sia più appetitosa così, soprattutto quando sopra ci spolvero parmeggiano e pangrattato, che nel forno prendono un colore dorato.
E la casa profuma di torta al forno e si va a nanna con il calore del forno..

Ma per gustare una torta al top, sarebbe meglio tenerla al caldo per farla sciogliere: ma io, non avendo il microonde in ufficio, l'ho appoggiata con il suo pacchetto sul termosifone: e la stanza ha un ottimo profumo salato e mi viene ancora di più l'acquolina in bocca!! Ma tra poco.. ORA DI PRANZO!!

Nessun commento:

Posta un commento

Cosa cercate?

amore (12) arte (44) bambini (16) benvenuto (4) cocktail (2) cucina (15) cuore (16) donna (11) emotion (42) family (6) fantasia (33) fashion (48) film (9) fotografia (15) futuro (3) gossip (2) io (1) letture (23) life (87) love (2) me (1) moda (64) mostre (22) movie (5) musica (16) passione (22) pensieri (63) Roma (36) rosso (10) stile (9) twitter (2) viaggi (4) vintage (4) vita (1)